Test genetico preimpianto per aneuploidia non invasivo (niPGT-A)

Questa innovativa procedura non invasiva (niPGT) elimina la necessità di biopsia dell’embrione e facilita l’accesso per la verifica delle anomalie cromosomiche degli embrioni di tutti i cicli di FIV.

Fin dai primi passi della PGT, la scommessa della scienza era quella di essere in grado di controllare la composizione genetica degli embrioni senza la necessità di eseguire una biopsia delle loro cellule. Negli ultimi anni la ricerca in questo settore si è intensificata e diversi laboratori di genetica all’estero hanno già sviluppato piattaforme per l’analisi delle anomalie cromosomiche (PGT-A) nella blastocisti, da fonti alternative di DNA delle loro cellule. Si tratta dell’analisi genetica attraverso il DNA libero contenuto nel materiale di coltura in cui si sviluppano gli embrioni per la fecondazione in vitro.

Questa procedura è chiamata PGT non invasiva (niPGT) ed è destinata a diventare una realtà nel prossimo futuro. È una prospettiva entusiasmante che eliminerà la necessità della biopsia dell’embrione e faciliterà l’accesso per verificare le anomalie cromosomiche degli embrioni di tutti i cicli di FIV. In questo caso il niPGT sarà non invasivo, preciso e a basso costo.

Argomenti rilevanti

©2021  finad sa logo Finead SA

Log in with your credentials

Forgot your details?


    (!) Si prega di NON inserire informazioni personali e dati sanitari in questo campo.

      (!) Si prega di NON inserire informazioni personali e dati sanitari in questo campo.