Inseminazione intrauterina (IUI)

Il liquido seminale viene trattato in laboratorio, dove gli spermatozoi a rapida motilità vengono separati dagli spermatozoi a lenta motilità o immobili, e quindi inseriti nella cavità uterina.

Cos’è l’inseminazione intrauterina?

La procedura è indolore e relativamente semplice e consente di avere un maggior numero di spermatozoi nel punto target finale e sincronizzazione ideale.

Solitamente è preceduta da monitoraggio ecografico dell’ovulazione e, quando il follicolo raggiunge le dimensioni giuste, viene somministrata un’iniezione per causare l’ovulazione e l’inseminazione viene eseguita dopo circa 36 ore.

Il medico curante decide l’impiego di farmaci per la stimolazione ovarica o se si segue semplicemente il ciclo naturale, e ne informa la coppia.

Presupposti:

  • le tube di Falloppio sono aperte (di solito il controllo avviene mediante isterosalpingografia)
  • il liquido seminale non presenta seri problemi, sia di motilità sia di numero di spermatozoi

Indicazioni:

  • infertilità inspiegabile
  • problemi di ovulazione
  • incapacità di completare l’atto sessuale
  • il liquido seminale presenta lievi problemi
  • una donna senza partner che desidera avere figli utilizzando il liquido seminale di un donatore

Argomenti rilevanti

©2021   Finead SA

Log in with your credentials

Forgot your details?


    (!) Si prega di NON inserire informazioni personali e dati sanitari in questo campo.

      (!) Si prega di NON inserire informazioni personali e dati sanitari in questo campo.