Crioconservazione del tessuto testicolare

Il tessuto testicolare viene trattato nel laboratorio di andrologia per isolare gli spermatozoi idonei alla fecondazione o alla futura conservazione. Gli spermatozoi da conservare vengono collocati in azoto liquido a -196° C, dove rimangono fino al momento di essere utilizzati per la micro-fecondazione (ICSI)

Nei casi di azoospermia, si decide di eseguire una biopsia del tessuto testicolare che verrà utilizzato, da un lato per confermare la presenza o l’assenza di spermatozoi o la possibilità di patologie maligne, e dall’altro per prelevare spermatozoi, se se ne trovano.

Prima della biopsia vengono controllati i livelli degli ormoni FSH, LH e del testosterone per valutare la funzionalità dei testicoli e dei dotti deferenti; se sono elevati, aumenta la possibilità di disfunzione dei testicoli e dell’assenza di spermatozoi.

Il tessuto testicolare viene raccolto chirurgicamente e trattato nel laboratorio di andrologia per isolare gli spermatozoi idonei alla fecondazione o alla futura conservazione.

Segue un apposito trattamento degli spermatozoi per la crioconservazione in appositi contenitori che vengono collocati in azoto liquido a -196° C, dove rimangono fino al momento di essere utilizzati per la micro-fecondazione (ICSI).

Argomenti rilevanti

©2021   Finead SA

Log in with your credentials

Forgot your details?


    (!) Si prega di NON inserire informazioni personali e dati sanitari in questo campo.

      (!) Si prega di NON inserire informazioni personali e dati sanitari in questo campo.