Trattamenti

TECNICHE

Home / Technics / Vitrificazione/ICSI /IMSI/PICSI

Vitrificazione/ICSI /IMSI/PICSI

L’effetto della crioconservazione sullo sviluppo e sul miglioramento dell’efficacia dei metodi di riproduzione assistita sta acquisendo maggiore importanza,..

L’effetto della crioconservazione sullo sviluppo e sul miglioramento dell’efficacia dei metodi di riproduzione assistita sta acquisendo maggiore importanza, in quanto quasi un quinto delle nascite proviene da embrioni crioconservati.

La crioconservazione mediante vitrificazione ha avuto un seguito sempre maggiore negli ultimi anni.

Il processo di vitrificazione è la crioconservazione ultraveloce di ovociti ed embrioni, che impedisce la formazione di cristalli intracellulari. Utilizza inoltre crioprotettori di nuova generazione, sostanze che proteggono i tessuti dal danno che potrebbe essere provocato dal processo di crioconservazione. La crioconservazione rapida in combinazione con le elevate concentrazioni di crioprotettori trasforma gli ovuli ed embrioni nella forma vetrosa. Evitando la creazione di cristalli intracellulari, gli ovociti e gli embrioni crioconservati sono protetti da possibili danni nel corso del processo di scongelamento. Il processo impiega appena pochi minuti.

Evitando il danneggiamento degli ovociti nel corso del processo di scongelamento, è nato un utilizzo diffuso del metodo di vetrificazione principalmente per la crioconservazione degli ovociti. Negli ultimi anni, attraverso la vetrificazione degli ovociti, ogni donna ha la possibilità di crioconservare i propri ovociti, che possono rimanere in crioconservazione per lungo periodo di tempo senza ulteriori ripercussioni sulla loro qualità ed essere utilizzati in seguito, quando desiderato.

La crioconservazione degli ovociti attraverso la vitrificazione è di fondamentale importanza ed è ampiamente applicata nei casi di conservazione della fertilità dei pazienti oncologici, per motivi sociali, nei casi di donne con menopausa precoce o con scarsa risposta, così pure per creare banche di ovociti delle donatrici e nei casi di azoospermia del partner maschile nel processo di riproduzione assistita.
I primi bambini da embrioni che sono stati crioconservati tramite vitrificazione sono nati all’inizio degli anni ’90. Da allora, nei Paesi in cui si utilizza la vitrificazione, sono nati oltre 1.400 bambini, mentre il nostro Paese (la Grecia) è sesto al mondo e terzo in Europa per quanto riguarda il numero di bambini nati con questo metodo.
Il metodo di vitrificazione è utilizzato con grande successo presso la nostra unità dall’inizio della sua operatività. I tassi di sopravvivenza di ovuli ed embrioni nonché i tassi di gravidanza dopo il trasferimento embrionale di embrioni crioconservati sono estremamente alti.

Institute of Life
Perché scegliere noi
In collaborazione con gli strumenti per gli embrioni, abbiamo creato un’unità modello nel reparto maternità dell’ospedale IASO. Abbiamo riunito un team di prim’ordine di scienziati nel campo della riproduzione assistita, pronto a gestire anche i casi più difficili.